8 Gennaio 2022

Cosa deve avere un sito ecommerce per funzionare bene

Quali sono i requisiti essenziali di un ecommerce?

Cosa deve avere un sito ecommerce per portare un ritorno di investimento concreto?

Sappiamo bene che non esiste una formula magica, non esiste il “facciamo questo e avremo certamente successo”.
Tuttavia, è possibile individuare alcuni elementi cruciali, alcuni requisiti minimi che un sito ecommerce deve avere: in sostanza. il “se non facciamo questo certamente NON avremo successo”.

In questo articolo vediamo nel dettaglio cosa deve avere un sito ecommerce per supportare in modo efficace un progetto di web marketing orientato alla vendita online.
 

cosa deve avere un sito ecommerce 2
(credits: assets.entrepreneur.com)

 

Si naviga bene anche da mobile

Il mondo dell’ecommerce si sta spostando sempre di più su smartphone e tablet: il 67% di tutti gli acquisti fatti tramite ecommerce viene fatto da mobile e si prevede che entro il 2023 questa percentuale salirà al 73%.

Di conseguenza, è fondamentale che il sito ecommerce sia facile da usare anche da smartphone, con un layout grafico e un’esperienza dell’utente che tenga conto delle differenze nella navigazione.
 

È facile da aggiornare

Un ecommerce che funziona bene è un ecommerce che cresce, cambia ed evolve per adattarsi alle novità del mercato e ai desideri del pubblico.
Di conseguenza, un requisite essenziale di un sito ecommerce è che si possa modificare e aggiornare in modo rapido ed efficiente. Parliamo quindi dell’aggiunta di nuove categorie di prodotti, nuove sezioni (es. blog), nuove funzionalità (es. modalità di pagamento): tutto questo deve essere fatto senza pesare sulla velocità del sito ecommerce e sull’esperienza dell’utente.
 

È veloce da navigare

La velocità di caricamento delle pagine di un sito è essenziale per almeno due motivi.
Primo, l’utente medio non è famoso per la sua pazienza o per la sua capacità di attenzione: se le pagine non si caricano in fretta, con buona probabilità proverà a fare l’acquisto in un altro sito web.
Secondo, Google penalizza i siti lenti: di conseguenza, quando un utente fa una ricerca il motore di ricerca darà la precedenza a siti più veloci, con importanti conseguenze in termini di quantità di visite.
 

cosa deve avere un sito ecommerce 3
(credits: magenticians.com)

 

Ha tutte le funzionalità utili a facilitare le vendite

Fra le cose che un sito ecommerce deve avere ci sono funzionalità accessorie come wishlist, gestione delle promozioni, gestione delle spedizioni. Scegliere e implementare gli strumenti giusti consente di:

  • aumentare le percentuali di utenti che procedono all’acquisto;
  • supportare campagne di comunicazione mirate all’aumento del traffico nel sito ecommerce;
  • attivare strategie di fidelizzazione dei clienti.

E molte altre attività che forse non saranno essenziali nei primi giorni di un ecommerce ma, nel lungo termine, possono determinarne il successo.
 

Quindi: cosa deve avere un sito ecommerce?

Come abbiamo detto, non esiste una formula “universale” per il successo dei siti ecommerce. Il sito giusto è quello con le caratteristiche e le funzionalità più adatte al business online che decidiamo di intraprendere (a tal proposito rimandiamo all’articolo “Ecommerce: guida per aprire un negozio online”).

D’altro canto, possiamo contare sulla ragionevole certezza che un sito ecommerce senza le caratteristiche che abbiamo elencato sia destinato al fallimento o, quantomeno, a non raggiungere il suo pieno potenziale.

Vuoi creare un ecommerce ad alte prestazioni a costi contenuti?

Clicca qui!